Puoi contattarci QUI

ABBIAMO BISOGNO ANCHE DEL TUO AIUTO

SERVONO FINANZIAMENTI PER I RICORSI! QUALSIASI DONAZIONE E' IMPORTANTE.
Di seguito il codice IBAN per una vostra donazione...

IT94Y0501802800000000137319

domenica 29 gennaio 2012

LA REGIONE FERMI LA SNAM MARTEDI 7 FEBBRAIO 2012 MANIFESTAZIONE A PESCARA

Il 18 gennaio scorso a Tresana (Massa Carrara) è esploso un metanodotto della SNAM provocando gravi danni e diversi feriti, di cui tre molto gravi.

L’11 febbraio 2010 a Tarsia (Cosenza) era esploso un altro metanodotto, sempre della SNAM, a causa di uno smottamento di terreno.

Al di là delle rassicurazioni della SNAM, un fatto é certo : i metanodotti sono impianti molto pericolosi; considerato il prodotto trasportato (gas a fortissima pressione) possono esplodere per incidenti, attentati o anche per cause naturali.

Il progetto del mega gasdotto lungo la dorsale appenninica é una follia. L'eco-mostro della SNAM attraverserebbe tutti i territori più altamente sismici, gli stessi del devastante terremoto del 6 aprile 2009 che ha colpito L'Aquila e gran parte della provincia.

A Sulmona i rischi e i danni sarebbero doppi a causa della centrale di compressione.

Nonostante le delibere di contrarietà approvate dagli Enti Locali e le risoluzioni votate alla unanimità dal Consiglio Regionale d'Abruzzo e dalla Commissione Ambiente della Camera dei Deputati, il procedimento autorizzativo dell'opera é in una fase molto avanzata.

La Regione intervenga subito esercitando i suoi poteri :

- Dica no all'intesa con lo Stato;

- Fermi l'iter autorizzativo in corso presso le strutture regionali;

- Chieda l'istituzione del tavolo per l'individuazione di una soluzione alternativa, al di fuori della dorsale appenninica.

INVITIAMO I CITTADINI E GLI AMMINISTRATORI PUBBLICI A MANIFESTARE A PESCARA IL 7 FEBBRAIO (ore 10 Municipio) IN OCCASIONE DELLA SEDUTA DEL CONSIGLIO REGIONALE AFFINCHE' LA REGIONE DIFENDA I LEGITTIMI DIRITTI DEL TERRITORIO E DIA CONCRETA ATTUAZIONE AGLI IMPEGNI ASSUNTI.

Il Settore Energia della Regione ha comunicato che dopo l'8 febbraio riprenderà l'iter autorizzativo per la centrale di compressione . Il Comune di Sulmona si svegli e dimostri con i fatti la sua contrarietà!

Proponiamo, perciò, che il Comune di Sulmona metta in atto iniziative forti ed incisive, come ad esempio la convocazione di un Consiglio comunale straordinario a Pescara il 7 febbraio prossimo, davanti al Consiglio Regionale, dando in questo modo una dimostrazione chiara della sua volontà di lottare fino in fondo per fermare il devastante disegno della SNAM.


Sulmona, 28/01/2011

Comitati cittadini per l'ambiente


Info: Mario 3339698792 – Antonio 3407066402 – Giovanna 3284776001

Nessun commento: