Puoi contattarci QUI

ABBIAMO BISOGNO ANCHE DEL TUO AIUTO

SERVONO FINANZIAMENTI PER I RICORSI! QUALSIASI DONAZIONE E' IMPORTANTE.
Di seguito il codice IBAN per una vostra donazione...

IT94Y0501802800000000137319

sabato 1 dicembre 2012

Incontro Pubblico a Cascia sul Gasdotto Brindisi Minerbio


Apecchio- -Cascia  1 Dicembre  2012

Incontro Pubblico a Cascia sul Gasdotto Brindisi Minerbio
Giovedì 6 dicembre, alle ore 20.30, presso la Sala del Consiglio Comunale di Cascia (PG), avrà luogo un incontro sulle questione  del gasdotto Snam Brindisi-Minerbio.
L'incontro, convocato dal Comitato Civico di Cascia e dal Comitato Interregionale No Tubo, ha lo scopo di informare la  cittadinanza su quest'opera che, se dovesse essere realizzata, rischierebbe di compromettere in modo irreversibile il futuro di una vastissima porzione di territorio appenninico incontaminato. L’incontro avrà anche la funzione di aggiornare la popolazione sull’ evoluzione della vicenda e sul  confronto che si sta svolgendo nelle Regioni interessate tra i cittadini e la multinazionale che ha proposto il progetto, un confronto che coinvolge comitati, associazioni di varia natura, partiti, movimenti e associazioni politiche; in pratica la società civile.

Distinti saluti


Comitato Interregionale No Tubo

COMUNICATO STAMPA CONSIGLIERE LUCA BALDELLI E ASSESSORE STEFANO FELIGIONI


Mercoledì 5 dicembre, presso la Sala Pagliacci del Palazzo della Provincia di Perugia, in Piazza Italia, si terrà una conferenza stampa per fare il punto sulla battaglia istituzionale e civica contro il progetto del metanodotto Foligno – Sestino che, negli intenti della SNAM RETE GAS dovrebbe passare per l’Umbria, interessando zone ad alto pregio ambientale , a vocazione turistica, spesso fortemente antropizzate, con conseguenze disastrose per il territorio nel suo complesso. Alla conferenza stampa prenderanno parte l’Assessore Stefano Feligioni, il Consigliere delegato ai rapporti con i territori, Luca Baldelli, che fu tra i primi a sottoporre il problema all’attenzione delle Istituzioni competenti, il Consigliere regionale Orfeo Goracci , che si è battuto contro l’ipotesi del metanodotto, così come elaborata e proposta, sin da quando era Sindaco della Città di Gubbio, interessata pesantemente dall’ipotesi di passaggio dell’infrastruttura. 
Ribadiamo con forza la nostra posizione come Provincia : oltre ad aver approvato mozioni e documenti ufficiali a livello di Giunta e di Consiglio abbiamo , negli anni precedenti, inoltrato ricorsi in sede nazionale ed europea contro l’opera ipotizzata, opera inutile ( visto che non porta un metro cubo di gas in più alle nostre collettività ), costosa, invasiva e non giustificata da ragioni economiche, dal momento che il nostro Paese e il continente europeo, in piena recessione, soffrono di un surplus di produzione di gas naturale e non certo di un deficit . Siamo, soprattutto, consapevoli del fatto che il nostro territorio, specie quello appenninico e comunque montano, da Norcia a Gubbio a Pietralunga,  va valorizzato per le sue specificità naturali e paesaggistiche, conciliando armonicamente sviluppo economico e difesa dell’ecosistema, secondo i dettami della filiera Turismo – Cultura – Ambiente, che deve essere una realtà praticata e perseguita, non uno slogan vuoto. Siamo forti non solo dei nostri pareri, dei nostri atti votati e delle nostre convinzioni, ma anche dei documenti prodotti da numerosi Consigli comunali e dalle delibere emesse da svariate Giunte comunali , ultima quella di Foligno. Decisiva è stata l’iniziativa da noi patrocinata a maggio presso la Sala del Consiglio provinciale, con il concorso di molti cittadini e amministratori , che hanno potuto prendere atto e approfondire risvolti anche poco conosciuti del metanodotto, valutando aspetti trascurati o non sufficientemente presi in considerazione. Su questo sentiero, torneremo a tracciare un bilancio e a rinnovare, come Amministrazione provinciale , con l’attiva partecipazione di comitati ( primo tra tutti il Comitato NO TUBO ), associazioni, cittadini, amministratori, l’invito a lottare uniti contro un progetto che porta solo danni e nessun beneficio alle nostre collettività. 

L’ASSESSORE   PROVINCIALE 
STEFANO FELIGIONI

IL CONSIGLIERE DELEGATO AI RAPPORTI CON I TERRITORI
LUCA BALDELLI