Puoi contattarci QUI

ABBIAMO BISOGNO ANCHE DEL TUO AIUTO

SERVONO FINANZIAMENTI PER I RICORSI! QUALSIASI DONAZIONE E' IMPORTANTE.
Di seguito il codice IBAN per una vostra donazione...

IT94Y0501802800000000137319

lunedì 5 novembre 2007

NO TUBO INFORMA

Mercoledi 31, nel teatro comunale di Apecchio si è tenuta una assemblea informativa del comitato NO TUBO.
Presenti, oltre ai membri del comitato di Apecchio, Mercatello, Borgo Pace anche
i rappresentanti di Città di Castello e Pietralunga, numerosi cittadini e alcuni amministratori e rappresentanti delle istituzioni.

Gli interventi che si sono susseguiti, oltre a riassumere lo stato delle cose, hanno rinnovato con forza la necessità di cercare alternative al devastante progetto proposto dalla SNAM RETE GAS.

I rappresentanti di Città di Castello hanno portato la voce forte e arrabbiata del comitato che si è allargato in Umbria e sta chiedendo, alla regione e ai comuni, di ridiscutere e rivedere posizioni troppo frettolosamente prese.

Nella nostra Regione invece, l’intero Consiglio Regionale si è espresso contro la scelta del tracciato proposto da SNAM; la stessa cosa aveva fatto precedentemente la provincia di Pesaro e Urbino, prima attraverso una lettera del Presidente Ucchielli alla Regione, poi votando all’unanimità in Consiglio Provinciale un documento che chiedeva di fermare tutto e valutare progetti alternativi.

Nonostante ciò, l’assessore regionale all’ambiente Marco Amagliani e il suo collega in provincia Sauro Capponi non sembrano voler ascoltare la voce di cittadini e neppure le chiare indicazioni delle stesse istituzioni di cui pure fanno parte.
L’Assessore Capponi, ignorando il suo Presidente e il Consiglio Provinciale pare vada in cerca di accordi con la SNAM. L’Assessore Amagliani ha invece convocato, per il giorno sei Novembre, una conferenza di servizi per decidere, nonostante tutto e tutti, in merito al contestato progetto.
Rimane ai cittadini una domanda: perchè questi signori, sordi ad ogni richiamo, vogliono andare avanti?

Il Presidente della Comunità Montana del Catria e Nerone, Gino Traversini,
durante il suo intervento mercoledì sera ha dichiarato che chiederà alla Regione di sospendere la conferenza già convocata, per aprire un tavolo di confronto che possa valutare tutte le alternative possibili al progetto proposto;
anche il Sindaco del Comune di Apecchio, affiancando la proposta Traversini, ha affermato che chiederà alla Regione la sospensione dell’iter.

In ogni caso il Comitato di Apecchio, continuando nel suo impegno e nella sua battaglia, invita fermamente il Sindaco a non firmare nulla che possa compromettere in modo irreparabile il futuro di Apecchio, del suo ambiente, della sua economia e dei beni dei cittadini e chiede che qualsiasi decisione in merito venga prima discussa nella sede istituzionale appropriata: il consiglio comunale.