Puoi contattarci QUI

ABBIAMO BISOGNO ANCHE DEL TUO AIUTO

SERVONO FINANZIAMENTI PER I RICORSI! QUALSIASI DONAZIONE E' IMPORTANTE.
Di seguito il codice IBAN per una vostra donazione...

IT94Y0501802800000000137319

giovedì 8 luglio 2010

CONFERENZA STAMPA COMITATO “NO TUBO” SU RICORSO CONTRO IL GASDOTTO BRINDISI – MINERBIO

É convocata lunedì 12 luglio alle ore 11, presso la sala Affreschi, piano terra palazzo del Comune in piazza Grande, una CONFERENZA STAMPA promossa dal comitato “NO TUBO”, per illustrare i contenuti del ricorso presentato in Commissione Europea contro il progetto di gasdotto Brindisi-Minerbio. Saranno presenti i promotori, amministratori umbri e marchigiani, rappresentanti dei comitati e organismi associativi.

TUTTE LE REDAZIONI SONO INVITATE A PARTECIPARE

Giornale dell'Umbria 8 luglio 2010

mercoledì 7 luglio 2010

Gasdotto rete adriatica, Ronconi (Udc): “Progetto gravemente impattante”

“Non sono infondate le preoccupazioni espresse circa il tragitto identificato per il nuovo gasdotto rete adriatica”. Lo sostiene il consigliere provinciale dell’Udc Maurizio Ronconi in una nota diffusa alla stampa. “E’ tempo – prosegue il consigliere - che molte comunità, associazioni, istituzioni locali umbre, particolarmente quelle che vivono lungo i crinali dell’Appennino, manifestino perplessità e contrarietà rispetto ad un tracciato del gasdotto sicuramente gravemente impattante su zone di altissimo pregio paesaggistico. Qui non ci sono steccati ideologici, ma preoccupazioni e perplessità comuni”.

UMBRIA: VERINI (PD), PER TRACCIATO GASDOTTO INTERVENGA GOVERNO

Perugia, 7 lug - ''E' necessario e urgente che ogni preoccupazione legata all'impatto ambientale nel tratto umbro-marchigiano del tracciato del metanodotto Brindisi-Minerbio venga sgomberata''. Lo ha affermato il deputato umbro del PD, Walter Verini, che ricorda come nei mesi scorsi un'iniziativa parlamentare del Partito Democratico (promotore il deputato marchigiano Massimo Vannucci) avesse trovato risposta non di chiusura, da parte del Ministro dell'Ambiente.

''In quell'occasione - ha ricordato Verini - il Ministro non sembro' indisponibile a favorire le necessarie verifiche sulle criticita' del tracciato denunciate anche dall'iniziativa del PD. Da allora, pero', nulla si e' mosso e le preoccupazioni che anche in questi giorni sono riecheggiate con forza sono da raccogliere''. ''Nessuno vuole mettere in discussione l'utilita' dell'opera, ma il tracciato proposto presenta aspetti rischiosi per l'ambiente ed il paesaggio, soprattutto nel tratto dello Appennino, con particolare riferimento ai territori dei comuni umbri di Foligno-Gubbio-Pietralunga ed a quelli marchigiani di Apecchio, Mercatello sul Metauro, Borgo Pace''. ''Per questo d'intesa con il collega Vannucci torneremo a chiedere al Ministro di assumere una iniziativa netta e risoluta - ha concluso - per approfondire al piu' presto insieme con le comunita' e le istituzioni regionali e locali, con le associazioni ambientaliste e le forze sociali di quei territori ogni aspetto della questione, allo scopo di correggere quelle parti progettuali del tracciato che rischiano davvero di compromettere un equilibrio dell'ecosistema e tutti settori economici e sociali a questo collegati''.