Puoi contattarci QUI

ABBIAMO BISOGNO ANCHE DEL TUO AIUTO

SERVONO FINANZIAMENTI PER I RICORSI! QUALSIASI DONAZIONE E' IMPORTANTE.
Di seguito il codice IBAN per una vostra donazione...

IT94Y0501802800000000137319

giovedì 14 luglio 2011

Agenzia parlamentare 14 luglio

Alla luce delle audizioni compiute dalla commissione Ambiente della Camera sul progetto di gasdotto Brindisi-Minerbio e delle preoccupazioni e riserve legate al tracciato che le audizioni stesse hanno confermato, si rende necessario ed urgente l'allestimento di un tavolo di confronto tra Istituzioni a tutti i livelli, Snam Progetti e Comitati per approfondire i contenuti delle criticità e definire insieme risposte positive e convincenti". Lo dichiarano i deputati del PD Raffaella Mariani, Giovanni Lolli, Massimo Vannucci e Walter Verini, promotori dell'iniziativa parlamentare che ha consentito il confronto in Commissione e le audizioni. "Questa è la proposta - aggiungono i parlamentari - che chiederemo alla Commissione di votare e ci auguriamo che su questo ci sia una convergenza larghissima. Sarebbe incomprensibile se così non fosse - proseguono i deputati PD -: le audizioni delle istituzioni locali abruzzesi, marchigiane e umbre (guidate tra l'altro sia da giunte di centrosinistra che di centrodestra) hanno confermato infatti le forti preoccupazioni legate alla inadeguatezza del tracciato, al percorso in ampie zone a rischio sismico e in amplissime zone di interesse ambientale e paesaggistico e, al tempo stesso, formulato proposte alternative che meritano un serio e rapido confronto ed un approfondimento, che vada oltre le informazioni fornite in Commissione da Snam Progetti che non hanno offerto risposte puntuali e convincenti". "Crediamo - concludono Mariani, Lolli, Vannucci e Verini - che stabilire al più presto questo confronto sia nell'interesse di tutti: nessuno mette in discussione un piano di approvvigionamento e distribuzione di gas come risorsa energetica strategica del Paese. Ma le modalità del progetto debbono essere partecipate, condivise, trasparenti e rispettose delle esigenze economico-sociali e ambientali delle nostre comunità

Nessun commento: